Finanza Agevolata

Mediocredito Italiano ha un’operatività a 360 gradi nella finanza agevolata

• cofinanziando gli investimenti delle imprese attraverso convenzioni stipulate con i diversi enti agevolanti;
• proponendo e gestendo garanzie pubbliche;
• in qualità di banca concessionaria, svolgendo per conto degli enti agevolanti le attività di istruttoria, erogazione delle agevolazioni, rendicontazione e monitoraggio dei progetti di investimento finanziati, in tutto o in parte, dagli enti agevolanti;
• fornendo consulenza alla Rete ed alle Strutture centrali di Intesa Sanpaolo sulla normativa di riferimento/bandi alle Imprese.

 

Finanziamento e/o locazione finanziaria di investimenti a condizioni agevolate

•    Plafond Beni Strumentali: misura pensata per sostenere gli investimenti in beni strumentali delle micro, piccole e medie imprese di tutti i settori. Si compone di:
     o    una provvista agevolata erogata da Cassa Depositi e Prestiti (CDP) su un plafond di € 2,5 mld per interventi sotto forma di finanziamento a MLT o di leasing strumentale, di importo tra € 20mila e € 2 mln, concesso al Cliente dalla Banca per l’acquisto o l’acquisizione in leasing di beni strumentali; 
     o    un contributo in conto interessi/canoni (2,75% parametrato alla durata effettiva) erogato dal Ministero Sviluppo Economico (MiSE) al Cliente, su uno stanziamento complessivo di ca € 200 mln;
•    Cofinanziamento di investimenti nei settori innovazione, ambiente   in collaborazione con finanziarie regionali quali Veneto Sviluppo SpA, Finpiemonte SpA e Finlombarda SpA;
•    Sostegno dei contratti di filiera e di distretto finalizzati alla realizzazione di un programma di investimenti integrato avente rilevanza nazionale che, partendo dalla produzione agricola, si sviluppi nei diversi segmenti della filiera agro-alimentare ed agro-energetica in un ambito territoriale multiregionale attraverso un accordo siglato da più Soggetti Beneficiari.
Vantaggi
•    Risorse specifiche con rimborsi a tasso zero/o con spread pari allo 0,50% fisso sulla quota con fondi pubblici nei cofinanziamenti regionali;
• Contributi in conto interessi/canoni in abbattimento del costo del finanziamento/locazione finanziaria  per investimenti in beni strumentali;
•    Provvista agevolata negli interventi di filiera e distretto.

 

Garanzie pubbliche

•    Fondo Centrale di Garanzia ex L. 662/96:  strumento istituito dalla legge n. 662/1996 per favorire l’accesso al credito per le PMI mediante la concessione di una garanzia pubblica. Il Fondo supporta operazioni di finanziamento, sia a medio lungo termine che a breve termine, con possibilità di garantire fino all’80% dell’importo e con un massimale di € 2,5 milioni per impresa;
•    Garanzia Società Gestione Fondi per l’Agroalimentare (SGFA): garanzia erogata dalla SGFA, interamente posseduta da ISMEA, a supporto di finanziamenti destinati a micro, piccole e medie imprese del settore agricolo e della pesca. E’ prevista la possibilità di garantire fino al 70% del finanziamento, fino a 1 milione per le piccole e micro imprese e fino a € 2 milioni per le medie (non è prevista una durata massima del finanziamento).
Vantaggi
•    Azzeramento/diminuzione dell’assorbimento di capitale per i finanziatori sulla quota garantita;
•    Costo delle garanzie contenuto;
•    Possibilità di ottenere uno spread più competitivo